domenica 14 agosto 2011

LA LUNA DI FEDERICO GARCÍA LORCA








Oh Lucia di Granada,

bruna giovinetta

che abiti ai piedi di Torres

Bermejas!... Se le tue mani

...le tue mani...

(Luna piena.)




Oh fanciulla di aprile,

oh Melisendra,

quella delle alte torri

e della conocchia!

Se i tuoi seni..., i tuoi seni...

(Falce di luna nuova)




Oh donna della mia bianca

adolescenza,

selvaggia e feconda

Eva!

Tra le mie braccia ti contorci

come i rami secchi nella danza

della fiamma.

E il mio cuore?

Era di cera?

Dove è?

E le mie mani?

E...?

(Luna cieca)





 
(Federico Garcia Lorca, Madrigale, Poesie sparse, 1917-1936)





Nessun commento: