domenica 10 aprile 2011

SORELLE D'ITALIA: LE DONNE CHE HANNO FATTO IL RISORGIMENTO





LA CUOCA ITAGNOLA,
IN ATTESA DELLA PROSSIMA PUBBLICAZIONE 
DEL SUO NUOVO LIBRO
EDITO DALLA BLU EDIZIONI DI TORINO,
VI ANTICIPA  
LA BELLA COPERTINA




Di cosa tratta questo volume  è chiaro dal titolo, ma per maggiore informazione si allega quel che la casa editrice ha scritto nel risvolto di copertina delle mie  carissime "Sorelle d'Italia", che ho umilmente  amato,  immaginato, ammirato e anche sognato.




"Sulla lapide di una delle tombe del cimitero fiorentino di San Miniato si legge un epitaffio ispirato ai versi che il poeta risorgimentale Francesco Dall’Ongaro dedicò ad Antonia Masanello, una giovane veneta che partecipò alla spedizione dei Mille travestita da uomo, distinguendosi per il valore militare.



Accanto a lei, numerose furono le donne che lottarono per l’Unità italiana: da Eleonora de Fonseca Pimentel a Cristina Trivulzio di Belgioioso, da Adelaide Bono Cairoli a Laura Solera Mantegazza a Giuditta Tavani Arcuati, e molte altre ancora.


A centinaia, fra cui la celeberrima Anita Garibaldi, parteciparono alle battaglie risorgimentali come soldatesse o infermiere, svolsero ruoli politici e diplomatici, offrirono soccorso agli esuli e ai patrioti perseguitati, animarono società segrete e salotti letterari.

Nobili e popolane, madri, mogli, compagne, figlie, sorelle d’Italia disposte a combattere per i propri ideali, politici e non, a sacrificare gli affetti e la vita.


Il posto che la memoria storica ha riservato a queste eroine è spesso minimo: qualche strada a loro intitolata, qualche targa sbiadita a ricordare i luoghi dove sono vissute.


Attraverso documenti e testimonianze, ma anche tradizioni popolari, leggende, canti e poesie, Marina Cepeda Fuentes si è messa sulle tracce di quanto rimane delle donne del Risorgimento e del loro mondo, dai piccoli oggetti quotidiani alle grandi passioni, ricostruendo la loro quotidianità, riportandole finalmente alla luce."


Nessun commento: