venerdì 7 maggio 2010

RICETTA PER MANO SOLA: HABAS CON JAMON IBERICO (FAVE CON PROSCIUTTO CRUDO)


"FAVE E PECORINO: NON FARLO SAPERE AL CONTADINO..."

Ma si potrebbe anche dire:

"FAVE E PROSCIUTTO: MEGLIO DI TUTTO"!

Che in lingua castigliana sarebbe:

"HABAS CON JAMON: LO MEJOR DE LO  MEJOR!





Insomma, tutto ciò per raccontarvi la "Ricetta per mano sola" che ho cucinato questa settimana con le fave - tenerissime - che mi erano rimaste dopo la scorpacciata del 1° maggio che abbiamo fatto a casa, insieme con il pecorino romano,  nel rispetto della tradizione.

Certo, non è stato  facile sbucciare le fave con  una sola mano... Ma erano davvero tenerissime e, sebbene con  difficoltà, ci sono riuscita, anche perché saranno state non più di  600 grammi in  tutto.




Confesso che alcuni pezzetti di buccia, il bacello che contiene i granelli di fave,  di quelle più piccole e tenere,  li ho lasciati anche perché sono ottimi una volta  cotti: lo faceva mia madre in ricordo delle penurie della lunga post-guerra spagnola, quando non si buttava niente.

Lei mi ha educato al risparmio in cucina e io continuo a seguire i suoi consigli,  sicché non butto i gambi dei cipollotti perché sono ottimi per fare le frittate; non butto   neanche l'acqua di bollitura delle verdure perché per i risotti o le minestre è ottima e inoltre un concentrato di vitamine. Non butto la "peluria" dei finocchi freschi, che adoro mangiare crudi, perché tritata finemente profuma il sugo di pomodori o l'arrosto, oppure le polpettine...

Insomma, io non butto proprio niente! Il mio problema è quello di immagazzinare in frigo  le decine di sacchettini con tutto ciò che non butto...

Ma eravamo rimasti alle fave che, ormai sbucciate, volevo cucinare  con una ricetta rapida e facile da preparare con la sola mano sinistra.



Ebbene le ho  cucinate con tocchettini del  JAMON IBERICO,  lo squisito prosciutto spagnolo che avevo portato sottovuoto dal mio ultimo viaggio a  Siviglia  durante la Settimana Santa, prima di cadere e fratturarmi il TROCHITE OMERALE DESTRO ed essere costretta ad indossare il tutore-camicia di forza di cui sono  ancora "prigioniera"!

La  ricetta originale, molto diffusa in quasi tutta la Spagna, e che nella mia città è anche protagonista fra le tantissime "TAPAS" dei tantissimi bar,  si chiama "HABAS SALTEADAS CON JAMON", cioè "fave saltate in padella con prosciutto crudo".

Prosciutto che deve essere rigorosamente crudo, meglio di montagna, saporito, un po' grasso. Ma "la morte sua", della ricetta, è con il "jamòn iberico": le sue caratteristiche  venature di grasso lo rendono morbido, squisito, profumato!



In ogni modo anche con un buon prosciutto crudo la ricetta è ottima e anche con il guanciale, come d'altronde richiede una  simile e tipica ricetta romana diffusa in tutto il Lazio.

Ecco dunque la ricetta, facile, facile, per mano sola.




HABAS SALTEADAS CON JAMON IBERICO

Ingredienti:

fave fresche tenerissime
olio extravergine d'oliva
1 cipollotto fresco
1 pezzetto di grasso di prosciutto crudo
tocchettini di "jamòn iberico", oppure di un buon prosciutto crudo stagionato
sale q.b.




In una padella con  poco olio d'oliva e il pezzetto di grasso di prosciutto far appassire la cipolla finemente tagliata. Aggiungervi le fave sbucciate  e rosolare bene. Coprire appena appena con acqua calda, coprire e far cuocere a fuoco lento finché le fave saranno tenere: in questo periodo dell'anno ci vuole circa 1/4 d'ora.

A cottura finita togliere il liquido rimasto (tenetelo da parte per un risottino) e aggiungervi i tocchettini di "jamòn iberico". Saltate rapidamente, salate se ci fose bisogno,  e servire "las habas con jamòn" ben calde.

Accompagnandole con pane casereccio leggermente "bruscato",, ottimo quello di Tolfa alle spalle di Santa Marinella, costituisce un piatto unico.

Un bicchiere di vino rosso ci vuole proprio: specialmente a me, per dimenticare il braccio fratturato!






BUON APPETITO DALLA CUOCA ITAGNOLA ORMAI RASSEGNATA!

5 commenti:

marcella candido cianchetti ha detto...

che goduria buona domenica

Anonimo ha detto...

BUONISSIMEEEE!!! Provato con una specie di San Daniele forse troppo poco grasso, ma è venuto ottimo! Fatto con tutte2 le mani. CIAO e in bocca al lupo per il braccio

DAVIDE

Anonimo ha detto...

Amo questo post! che sapori...e non solo, suggestioni e atmosfere anche

Pilar ha detto...

La foto del jamon esta maravillosa.

LA CUOCA ITAGNOLA ha detto...

Hola Pilarita, bienvenida a estos andurriales. Un beso.