sabato 31 ottobre 2009

LA FIESTA DEL DIA DE LOS MUERTOS A ROMA








Celebrazione del "Día de Muertos"
Realizzazione “Altar de Muertos”

Musica con i Mariachi Romatitlán







L’Ambasciata del Messico, la Comunidad Mexicana de Roma e l’Istituto Cervantes di Roma sono lieti di informarvi che il sabato 31 ottobre 2009 alle ore 18,00 avrà luogo la celebrazione del “Día de Muertos” nella sala dell’istituto Cervantes di Roma.


Sarà possibile ammirare il tradizionale “Altar de Muertos” realizzato per l’occasione dalla Comunidad Mexicana de Roma e dal
Laboratorio di Artigianato Artistico Macías.
La celebrazione del “Día De Muertos” che è una festa priva di elementi drammatici in cui i vivi omaggiano e ricordano i morti con le loro offerte, verrá, come da tradizione, accompagnata dalla musica e dal canto.
Saranno i Mariachi Romatitlán , un gruppo musicale noto non solo in Italia ma anche in tutta l’Europa e nel mondo, a esibirsi con il loro tipico repertorio.






Il “Día de Muertos” è una tradizione MESSICANA che è stata dichiarata dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), Opera Maestra del Patrimonio Orale e Intangibile dell’Umanità .
Si celebra in Messico, ma anche in altri paesi dell’America Latina, da almeno tremila anni .

L’antica celebrazione del “Día de Muertos” ha una relazione molto stretta con il sincretismo delle radici precolombiane e con la cultura della morte del Messico, ed é stata organizzata per promuovere le tradizioni più tipiche della cultura popolare messicana.








ISTITUTO CERVANTES DI ROMA
Sabato 31 ottobre - ore 18.00
Sala di Piazza Navona, 91
Ingresso Libero
_____________________________
Visite all’Altar de Muertos dal 31 ottobre al 4 novembre 2009
Apertura al pubblico:
Lunedí, Martedí, Mercoledí, Giovedí, Venerdí ore 11-13 e 16-21
Sabato e Domenica 16-21

NON MANCATE!!!
è un consiglio della vostra
CUOCA ITAGNOLA

4 commenti:

acquaviva ha detto...

per chi rispetto a Roma è un po' fuori mano... quali sono gli aspetti gastronomici più interessanti della tradizione messicana?

LA CUOCA ITAGNOLA ha detto...

Ciao Acquaviva. Per quanto è stato detto ieri nella conferenza stampa di presentazione, il cibo più importante è il "pan de muertos", un pane fra il dolce e il salato, quasi come la pizza pasquale del centro Italia. E poi si mangiano i prodotti e i piatti che piacevano ai cari defunti, e quasi sempre ci sono il mole (salsa) e i tamales di mais.L'altare che hanno preparato al Cervantes è bellissimo e anche l'atmosfera ieri era molto sugestiva.

acquaviva ha detto...

Grazie mille. Molto più interessante questa tua segnalazione delle infinite adozioni dell'Halloween commericale senza nessun interesse all'origine storica ed al significato profondo della ritualizzazione dei apporti con i defunti.

LA CUOCA ITAGNOLA ha detto...

Grazie a te Acquaviva e tanti cari saluti.