domenica 25 gennaio 2009

DONNE STUPRATE: "SOLO UNOS CUANTOS PIQUETITOS..."




(Rubens; Ratto delle Sabine, 1618)



FIRENZE. 2008. Donna stuprata nei bagni del museo degli Uffizi

Una 25enne, dipendente del museo degli Uffizi di Firenze, è stata stuprata da un uomo nei bagni della galleria. Da giorni egli la corteggiava, ma lei lo rifiutava. Il malvivente, arrestato dai carabinieri, è un uomo di 37 anni, residente nella provincia fiorentina, ma originariamente campano.



GENOVA. 2008. Una trentenne genovese stuprata da due uomini.

La ragazza ha denunciato alla polizia di essere stata picchiata, stuprata e rapinata da due maghrebini mentre si trovava in via Canneto il Curto, poco distante dalla centrale cattedrale di San Lorenzo.



ROMA. 2009. Coppia aggredita a Guidonia: lei stuprata

Donna stuprata da cinque uomini: hanno prima picchiato e chiuso nel bagagliaio lui, poi in cinque hanno violentato a turno la sua fidanzata. E' successo a Guidonia dove una coppia è stata aggredita da cinque uomini.




(Frida Kahlo; Unos cuantos piquetitos, 1936)




CITTÀ DEL MESSICO, 1936. Donna stuprata e assassinata

Quando l'assassino viene arrestato nel luogo del delitto si difende dicendo: "le ho dato soltanto alcune coltellate...". Questo fatto di cronaca ispirò a Frida Kahlo il celebre dipinto qui sopra.



BARCELONA. 2008. Donna assassinata dal marito.

La donna assassinata dal marito lo aveva denunciato da anni per violenza, hanno dichiarato i suoi familiari.



LONDRA. 2008. Donna stuprata: risarcimenti ridotti perché era ubriaca

L'abuso di alcolici o droghe è un'attenuante dello stupro in Gran Bretagna: se la donna è ubriaca, il risarcimento in caso di violenza sessuale viene ridotto del 25%.

PAKISTAN. 2009. I talebani uccidono una danzatrice

I talebani del Pakistan hanno ucciso Shabana, una famosa danzatrice del ventre di Mingora come gesto dimostrativo contro un’attività che ritengono immorale. La donna è stata catturata, trascinata sulla pubblica piazza e massacrata.

ROMA. 2009. Donna stuprata a Capodanno

Una romana di 25 anni è stata violentata la notte di Capodanno in una Festa alla Fiera di Roma: sotto shock, ha denunciato lo stupro ed è stata ricoverata all'ospedale San Camillo della capitale. Davide F. un fornaio di 22 anni di Fiumicino, reo confesso, è stato scarcerato dopo pochi giorni e messo agli arresti domiciliari.


LO STUPRATORE SI DIFENDE: "L'AVEVO STUPRATA, MA SOTTO GLI EFFETTI DELL'ALCOOL E DELLA DROGA...".


DONNE, DONNE, DONNE, DONNE!!!
VIOLENTATE, MALTRATTATE, ASSASSINATE:
FINO A QUANDO?

9 commenti:

marcella candido cianchetti ha detto...

non ci sono parole a sufficienza per commentare!Sarebbe auspicabile che venissero leggiferate nuove e severi leggi! buon inizio di settimana

anna ha detto...

No coment!
Sembra che, dal ratto delle sabine, il tempo per le donne non sia passato!
Leggi, leggi, leggi servono. Ma eque e giuste, non ad interpretazione come quella attuata per la scarcerazione del reo confesso!

marcella candido cianchetti ha detto...

concordo con tuo commento e pienamente x gli uomini quando finiranno d'esere peter- pan? e siamo noi donne che permetiamo, non basta.anzi può essre stato demenziale bruciare i reggiseni l'utero è mio ,ma ancora siamo ala pillola ..alla legge n.r ecc.. e poteva anche andare bene , considerando che era un mododo di far sentire la propria voce,ma considerazione cruda cruda che una ragazza aspira ad essere velna,aiutata anzi appoggiatissime da genitori e volere come regslo di maturità nuovo seno..... ma sai forse dovremmo ,noi donne mettere sementi x per una nuova visione, e quando una donna pensa che il futuro sia in un rifarsi e rifarsi... non abbiamo voce!io donna mi ribello chiamiamo golardiaca frase di berlusconi.... un militare ogni diertro donna bella e le brutte allora aspettano lo strupo? qui dire che siamo ancora dietro il codice rocco è poco ecc... ciao

Carolina ha detto...

Un'altra cosa demenziale, non so l'hai visto, Marina, è che qualcuno abbia segnalato a Google questo post per "contenuti opinabili"!! Un fatto che, a mio avviso, parla da solo.

Siamo ancora ad anni luce dalla vera parità.

Nadia ha detto...

Già! Che è successo al blog!
Cosa ha di così "opinabile".

La cuoca itagnola ha detto...

Già, care amiche, non riesco a capirlo neanch'io: forse la libertà di dire quel che si pensa non esiste del tutto e tsnto meno quando rigurda noi donne... Ho scritto a blogger ma non mi hanno risposto e se non lo fanno denuncerò il danno d'immagine che mi stanno causando.

amoleapi ha detto...

tutte le violenze sono deprecabili, colpisce la violenza sessuale, ma non la porrei in ottica di uomini contro donne, tant'è che le mamme difendono indefessamente i propri figli che commettono di questi atti indegni di un essere umano, a mio avviso niente migliorerà fintanto che tantissima gente non la smetterà di nascondersi e inizierà ad intervenire a difendere i deboli verso qualsiasi atto di violenza. ciao.

La cuoca itagnola ha detto...

Sante parole, amica che ama le api (insetti meno dannosi di certi umani), ma se ci hai fatto caso molte volte, troppe, gli umani sono molto più "bestiali" degli animali.
Grazie per intervenire.

Gianni ha detto...

Che non venga frainteso quello che voglio dire perché sia chiaro io condanno nettamente gli stupri non in quanto stupri soltanto, ma in quanto atti di violenza dei più subdoli. Però c'è un appunto che voglio fare, se permetti. La sequela di stupri che hai postato non capisco bene cosa significhi. Spero che non sia tendenza al vittimismo di certa categoria di persone. E non intendo darti forza perché sto parlando di una serie di stupri, e non è una cosa da poco. Ma per accentuare la gravità della cosa, ti assicuro, non c'è bisogno di farne una sequenza. Già ne basta solo uno. Ed è troppo! Ora che ritengo di essermi chiarito di più, aggiungo che troppo spesso con la scusante della debolezza del sesso femminile (pretesa) l'essere uomo è diventato quasi una vergogna, anacronistico. Non sono daccordo. Non possiamo paragonare le bestie agli uomini. Intendo di sesso maschile e non in generale. Voglio dire che in una unione fra un uomo ed una donna ci sono delle diversità genetiche e comportamentali che non possono essere condannate aprioristicamente. Questa concezione destabilizza un rapporto vero e lo deturpa della bellezza della straordinaria integrazione che si crea tra un uomo ed una donna. Lo stupro così come un omicidio, o una violenza sugli uomini fatta da altri uomini sono reati atroci e detestabili ma non si sbandiererà più di tanto tutto ciò per prevaricare il ruolo naturale e accettabile sia dell'uomo che della donna in un rapporto interpersonale. Ho la netta impressione che si sia voluto sfruttare un certo filone per raggiungere degli obiettivi. Ora non condanno gli obiettivi ma il mezzo attraverso cui sono stati raggiunti. Non tolgo nulla alle rivendicazioni femminili, ma aggiungo a quelle le nostre di rivendicazioni nel desiderio di avere possibilmente accanto donne che non facciano più gli uomini perché già lo siamo noi e ci bastiamo. Desideriamo delle donne femminili e intelligenti, che sappiano stare al nostro fianco come noi al loro. Camminando insieme e non spadroneggiando, e ti assicuro che conosco molti casi in cui a spadroneggiare non era, come si penserebbe un uomo...
Concludo qui questo intervento sperando di non aver urtato la tua sensibilità.
...a proposito, prima di poter entrare nel tuo blog c'era un avviso sul possibile contenuto inappropriato...io non l'ho notato!!!
Salutone!