lunedì 17 novembre 2008

LA VIOLENZA SULLE DONNE







GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE


25 NOVEMBRE 2008


_________________________________


Questo manifesto è stato contestato a Milano.


Voi che ne pensate?


8 commenti:

PEDRO DELGADO ha detto...

Respondo a tu pregunta

¡¡Hay que ser "estúpido", "beato" y "mea pilas" para impugnar el manifiesto. ¿Qué importa más: una lacra que corroe a la mujer o una sensiblería ñoña, caduca y no sé cuantas cosas más...?

Estoy preparando una entrada conmemorando el día de la Violencia contra la Mujer. La podrás ver en un par de días.

Saludos flamencos desde Cáceres

LA CUOCA ITAGNOLA ha detto...

Ay Pedro, la vida es asì y la madre de los imbeciles està siempre encinta: gracias en nombre de nosotars las mujeres por intervenir. Un abrazo itagnolo.

marcella candido cianchetti ha detto...

la verità fà male a chi lo contesta, è comodo fare i maschilisti con gli occhi bendati! buona giornata

la cuoca itagnola ha detto...

Buona giornata anche a te Marcella: ma fino a quando le donne dovranno subire? Eppure anche i maschi violenti sono stati dentro il ventre una donna...

monica ha detto...

Messaggio perfettamente veicolato. Ed ennesima lezione per chi non si rende conto che Cristo morto non è chiuso in chiesa, ma in un corpo martoriato, in un paio di occhi supplicanti, in una mano tesa, nel braccio armato di un bambino che non ha potuto scegliere... tutti i giorni, sempre. Apriamo gli occhi ed il cuore.
m.

la cuoca itagnola ha detto...

Grazie Monica: hai colto proprio il senso. un abbraccio.

francesca ha detto...

invece a me dà fastidio, marina.
ma non perché lede la sensibilità religiosa, secondo me è un manifesto inutile.
io vedo una meravigliosa ragazza mezza nuda distesa sopra un letto. dov'è la violenza? il fatto che l'abbiano messa a "gesù" a me non basta. e credo che la maggior parte delle persone vedranno solo la bellezza e non il senso di violenza subita che invece dovrebbe trasmettere.
è tutto così perfetto e calmo. s'è badato più all'estetica che al messaggio.
abbraccio.

La cuoca itagnola ha detto...

Beh, Francesca, la violenza non è soltanto sangue e ferite... E' proprio una vera "croce" quella che portano le donne violentate, anche soltanto verbalmente o nella dignità, o nella libertà, come accade -ahinoi!- da secoli. A me questa immagine mi produce l'effetto dell'impotenza della donna davanti alle continue violenze di ogni tipo.
Un abbraccio anche a te.