domenica 29 giugno 2008

GERMANIA - SPAGNA? SPAGNA!!!



Spagna! Spagna! Spagnaaaaaaaa!!!



Oggi, naturalmente, la Cuoca Itagnola, è totalmente "Gnola" e si augura che vinca la Spagna!









E ora, eccola qua, tornata da poco da Roma dalla sua solita rubrica radiofonica "Che bolle in pentola?" dove oggi ha dato agli ascoltatori una fresca ricetta estiva spagnola: il salmorejo, ottima zuppa fredda andalusa di pomodori per combattere la calura di questo giorno.



La volete anche voi amici blogger?




Potete preparare il salmorejo ad esempio per la cena di questa sera, mentre vedete la partitona con gli amici, oppure tenerla per offrirla in qualsiasi serata estiva in riva al mare o in città o persino in montagna.




Ma che cosa è il salmorejo?



Si tratta di una sorta di "salsa" inventata dagli arabi: tant’è vero che il salmoriglio esiste anche in Sicilia, sebbene sia diverso.


Invece da me, in Andalusia, e concretamente a Cordoba, dove sono maestri nel prepararla, è una zuppa fredda ottima per l’estate da consumare con tocchettini di jamòn serrano.


Per intenderci, una specie di "gaspaccio" ma senza cetrioli, ne peperoni; ma solo con pomodori e inoltre l'uovo.



Ecco dunque la ricetta del vero verissimo:



"SALMOREJO DE CORDOBA CON JAMON IBERICO"








Ingredienti per 4 persone:


4 pomodori grandi e maturi
1 grande mollica di pane inumidita
1 spicchio d'aglio
1 tuorlo d'uovo crudo

1 uovo sodo
olio d'oliva
aceto, sale
tocchettini di jamòn serrano (ma in mancanza prosciutto di montagna)




Mettere i pomodori senza buccia né semi in un mortaio oppure, se avete fretta, nel frullatore, insieme con la mollica di pane, l'aglio, il sale e il tuorlo d'uovo crudo finché il tutto diventi cremoso.

Poi aggiungere piano piano l'olio, come se si trattasse di fare una maionese, e infine condire con l'aceto a volontà e il sale.

Si può aggiungere un po' d'acqua se dovesse risultare una crema troppo densa.

Servire il salmorejo ben freddo in ciottoline con guarnizione di dadini di prosciutto e pezzetti di uova sode.



Avete visto che facile?




Io lo preparerò per vedere la PARTITA perché fa un caldo pazzesco.



Ma preparerò anche una buona tortilla de patatas , la tipica frittatona spagnola con patate e cipolle, della quale vi ho dato la ricetta un bel po' di tempo fa in questo mio blog itagnolo.



Anzi, sapete quale sarà il menù spagnolissimo di questa sera a casa mia per la GERMANIA-SPAGNA?



Eccolo:



SALMOREJO DE CORDOBA











TORTILLA DE PATATAS














JAMON IBERICO











E il tutto accompagnato però con una buona fresca, gelida, CERVEZA.








Birra, che, come immagino saprete, è proprio d'origine tedesca perché la tradizione ci è arrivata secoli fa in Spagna, ma anche in Italia, dalle popolazioni celtico-germaniche: insomma, come dicevano i Romani antichi, "a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio"...





Insomma , amici miei, che vi devo dire ancora?



Che un po' di paura c'è perché i tedesconi sono grossi e forti...



Ma no; non possiamo perdere! Speriamo bene...


La Cuoca Itagnola si augura che vinca la Spagna...


E, in ogni modo, e qualsiasi sia il risultato:







FORZA SPAGNA!!!!!


25 commenti:

Ussaro ha detto...

Don Qujote venca siempre.

Muchas gracias por el salmorejco de cordoba.

Hasta la vista, senora muy hermosa e... arriba Espana !

marcella candido cianchetti ha detto...

forza spagna per favore mangia quancosa x me della tua fantastica cena .forza spagna incrocio le dita buona serata

Anonimo ha detto...

forza spagna lo dico anche io!!!
laura

ps: pensa che oggi stavo per chiederti la ricetta del salmorejo... e l'ho trovata qui!

La cuoca itagnola ha detto...

Grazie, amici.
Pensa ussaro che il buon Don Quijote non ha potuto assaporare il salmorejo perché ancora gli americanissimi pomodori non erano utilizzati in cucina ai suoi temp: poveretto!

Penserò a te Marcella quando metterò sopra un pezzo di tortilla de patatas una cucchiaiata di salmorejo: la morte sua!

Vedi Laura, i tuoi desideri sono ordini per me anche a distanza... Bacioni a tutti!

Anonimo ha detto...

¡¡¡¡ ESPAÑA, ESPAÑA, ESPAÑA !!! Marina, la plaza Nueva fue una fiesta y toda Sevilla estuvo anoche en la calle hasta muy tarde, las seis de la mañana. Hoy todo el mundo bosteza en el trabajo pero tiene cara de felicidad. ¡¡ Qué alegría !! Por fin algo que une a todos. Besos y besos. Lola nos ha traído suerte.
La de las Natillas.

luana ha detto...

Olè!!!Marina...stai ancora festeggiando? sono contenta della vittoria...Ciao luana

Stefano ha detto...

Gentilissima Marina, complimenti per la bella e meritata vittoria. Le avevo lasciato un messaggio, in un altro blog, a proposito di una variante "calabrese" del Suo delizioso salmorejo.. Un saluto

el aguaó ha detto...

Al final pudimos querida Marina.

Un beso.

La cuoca itagnola ha detto...

A "la de las natillas": o sea que no ha spegado ojo! Pero que bién estar en le mogollòn de la fiesta. Besos.
Y tambien al aguaò.

Grazie Luana: ma eri tu chi ha parlato dei suoi gatti con Mario Pezzolla a radiodue?

Stefano, in quale blog mi hai lasciato il messaggio? M'interessa loa variante calabrese del salmorejo.Grazie per la tua visita.

luana ha detto...

Si ero io...Mamma mia che emozione!parlare non è proprio il mio forte...ma ho vinto pure questa"paura":-)e poi Mario è bravo oltre che simpatico!Siete una bella coppia dai;-)
Ciao

Stefano ha detto...

http://www.solofornelli.it/24022008/che-bolle-in-pentola-il-blog-di-marina-cepeda-fuentes/
Ecco l'indirizzo che avevo trovato su Google. Grazie per aver risposto
Saluti cordiali

La cuoca itagnola ha detto...

Lo avevo immaginato Luana: il tuo nome è abbastanza insolito e sarebeb stato strano due Luane ascoltatrici di radiodue!Ti ho ascoltato in macchina mentre arrivavo a Via Asiago.

Grazie a te Stefano; andrò a vedere la ricetta calabrese.

luana ha detto...

...basto e avanzo credimi;-)Pure in famiglia me lo dicono...ma gli ascoltatori nel fine settimana sono parecchi,il merito è vostro perchè è un programma di qualità:-)dovreste avere più spazio! Ciao

Stefano ha detto...

ma come? ancora nemmeno un commento sulla vittoria della coppa?? :-)

caravaggio ha detto...

se passi dal mio blog di cucina trovi una ricettina estiva con abbinato un quadro fiori d'aglio del pittore spagnolo pedro cano buona serata

Ana ha detto...

Brava spagna!! ho fatto tifo per voi, ma non dica a Paolo, che è italiano....rsssss
Beh sono una brasiliana, ma di origine metà spagnola e metà italiana.

baci

Ana

anarchico celestiale ha detto...

La Rai impegna, ma non trascurare gli amici, Marina encantadora.

luana ha detto...

...Sentito che stai dalla parte della cicala ti regalo questi versi di Gianni Rodari:-)
"Chiedo scusa alla favola antica
se non mi piace l'avara formica.
Io sto dalla parte della cicala
che il più bel canto non vende,
regala".
Ciao e buona domenica Luana

la cuoca itagnola ha detto...

cari amici, scusatemi: no, non è la Rai che m'impegna in questi giorni, bensì la malattia di una persona cara alla quale hanno scoperto un tumore al polmone molto grave...
Perciò non ho avuto tempo e neanche voglia di commetare la vittoria della Spagna, nonostante io ne fosse contenta.
E ho anche trascurato questo blog e i tanti cari amici come voi.
Ma questa sera vi prometto che ritornoa scrivere quando sarò più tranquilla.
Grazie Luana per la filastrocca di Rodari con il quale ho tirato sù mia figlia!
Bacioni itagnoli a tutti.

Stefano ha detto...

Mi dispiace per quello che stai passando, take care, abbi cura di te, in attesa di "rivederti" qui

Anónimo de Castilla (Triana) ha detto...

Querida Marina;
Sólo una cosita referente al salmorejo (y al gazpacho también). Su origen no es arabe, recuerda que los tomates, que son la base del salmorejo, llegaron de América tras el descubrimiento, por tanto el gazpacho y el salmorejo incorporan incorporan los tomates a partir del siglo XVI o incluso XVII. Los dos platos indicados son netamente andaluces y han ido incorporando a sus ingredientes las culturas que nos han ido dejando su encanto. Algún dia te diré mi teoría sobre el lugar donde se "inventó el gazpacho" (muy cerquita denuestro barrio.
Un beso

luana ha detto...

mi spiace tanto per quello che state passando...è proprio vero che al dolore non c'è mai fine!ti abbraccio Luana

la cuoca itagnola ha detto...

Grazie Luana, grazie Stefano. Avrei voluto ieri sera "postare" uan buoan ricetta ma ero talmente stanca quando sono tornata a casa che non avevo le forze per farlo. Speriamo di farlo presto, anche perché c'è il lavoro di mandare avanti...

Por lo que se refiere la salmorejo "anonimo de Castilla trianera" siento no estar de acuerdo contigo. es verdad que sea el salmorejo que el gazpacho llevan tomates y el seguendo tambien pimientos y pepinos llegados de America, pero el "mejunje" inicial que diò origen al salmorejo era mucho màs antiguo, incluso parece ser que de la epoca griega y despuès romana (el salmorium: majado de ajo, aceite y hierbas aromaticas. Los arabes lo transformaron en el salmorejo (sin tomate, claro) como los sicilianos (salmoriglio).
Y algo asì le sucediò al campesino gazpacho. Ya lo contaré cuando tenga tiempo.
Un abrazo-abbraccio a todos.

Rita ha detto...

ciao Marina,sono molto dispiaciuta per la persona cara che sta molto male,ti capisco e sto male anch'io vedendo quanto tempo passa che non ti leggo più. Mi manchi tanto! ciao Rita

marialuisa ha detto...

ho fatto il pieno di sarmorejo a giugno in tutta l'andalusia e sopratutto a cordoba dove in un ristorante ho trovasto un cameriere
tipo banderas giovanissimo....
bellissima l'andalusia, la spagna, la vita in questo paese, speriamo che abbia buena sorte come amche per il nostro paese che non meritano essere considerate così male, siamo i meglio del mondo....
marialuisa