lunedì 28 aprile 2008

LA PASTA FRESCA A SIVIGLIA ? DA MAMMA PAROLE!!!

Neanch'io potevo crederci infatti - come forse alcuni di voi si staranno domandando - che proprio nel cuore di Siviglia poteva trovarsi una donna italiana che prepara la pasta fresca, ma proprio fresca, sul momento!







Invece eccola qua, con la sua faccia simpatica e affabile: lei è "MAMMA PAROLE".

Un'italiana -mi ha raccontato nel mio ultimo viaggio alla mia città -che da Roma si è "trapiantata" a Siviglia e ha voluto provare a introdurre alcune delle tradizioni gastronomiche dell'Italia.

E così, ogni giorno lavorabile prepara di tutto e di più, come dice la pubblicità di "mamma Rai": pasta all'uovo di ogni tipo, ravioli, tortellini, tortelli, cappelletti, cappellacci, ecc. Con ripieni di carciofi, zucca, carne, ricotta, verdure varie, insomma di tutto, secondo il gusto e la fantasia dei clienti oppure quella propria di Manuela S. Vollini, che è il vero nome di "Mamma parole", ormai però una "cuoca ispaliana".



E dove si trova Mamma Parole?

In uno dei mercati rionali più popolari della città vecchia, il "Mercado de la Feria", nel celeberrimo quartiere della Macarena: uno dei più pittoreschi mercati di Siviglia, con ottime cibarie: pesce fresco, carni di ogni animale, verdure e frutta di stagione.

Accanto sorge una bella e antichissima chiesa mudejar, lo stile degli arabi che rimassero in Andalusia dopo la Riconquista.

La chiesa ha una torre slanciatissima con ornamenti in mattoncini tipici dello stile mudejar .




Mentre la facciata, semplicissima, ha ornamenti elaborati anche con le tipiche maioliche dette azulejos.






Fra la chiesa e il mercato ci sono persino dei punti di ristoro dove mangiucchiare delle buonissime tapas nelle soste "obbligate" mentre si fanno gli acquisti.





E attorno decine di negozi di ogni cosa, dai mobili alle scarpe ai tessuti, a pochissimo prezzo!


Ma tornando alla nostra "Cuoca ispaliana" ecco, per coloro che trovandosi a Siviglia vogliono preparare in casa, magari per gli amici andalusi, della vera pasta fresca italiana, l'indirizzo completo della bancarella di Mamma Parole alla quale si può ordinare anche telefonicamente.


Mercado de la Feria; Puesto n°91; calle Feria 98; 41002 Sevilla

cell. 0034-662100216; e-mail: mvollini@hotmail.com

6 commenti:

el aguaó ha detto...

Teniendo en cuenta, como bien sabes querida Marina, mi escaso y paupérrimo dominio italiano, del que tan sólo manejo algunas palabras, creo haber entendido que una italiana vive aquí, en nuestra querida Sevilla, y que tiene su puesto en el sempiterno Mercado de la Calle Feria.

¿Es así?

Si es así, no dudaré en visitarlo. Me encanta la pasta...

Un fortísimo beso amiga.

Moe de Triana ha detto...

Que entrada más sevillana y Macarena miarma...

Sobre lo que comenta el aguaó del dominio del italianini, decirte, que el amigo herodes tiene instalao un traductor en su bló, si te parece buena idea, podrías poner uno y así los sevillanos que paseamos por aquí podríamos trincarle mejor el argumento a tus entradas.

¡Un saludasso amiga!

la cuoca itagnola ha detto...

Hola amigos blogistas, pués sì, en la mismisima plaza de abastos de la calle Feria, donde voy a veces a hacer la compra, porque en Sevilla "paro" en un mini-estudio de Cristo de Burgos es donde està el uesto de pasta fresca.
Bueno tambien voy a veces al mercado de la Encarnaciòn, pero no me gusta, me da la sensaciòn de sucio, quizàs, porque ademàs hay un polverio enorme con lo de los maxihongos horribles que estan construyendo para cargarse esa zona de nuestra Sevilla tan propriamente sevillana.
Y siguiendo con la pasta italiana, resulta que un dia, veo en el mercado un puestecillo donde la chica de la foto estaba haciendo raviolis con un estilazo italiano enorme. Me acerqué a ella y le pregunté y me dijo que es romana pero vive en Sevilla y decidiò de ponerse a hacer lo que sabe hacer , o sea la pasta.Y la hace de maravilla, asì que os la aconsejo: la direcciòn la teneis aqui.
A mi me ha resuelto la vida de "cuoca itagnola", porque cada vez que voy a Sevilla me llevaba pasta fresca para preparla a mis amigos y con "mamma parole" no tengo que cargar con la pastita desde Italia porque se la encargo a ella.

Lo del traductor, Moe, no sabìa que existian: voy a ver como funciona y si seré capaz de ponerlo: soy un poco torpe para esas cosas, pero también soy muy cabezota...
Un abrazo a los dos.

marcella candido cianchetti ha detto...

bello questo scambio culturale gastronomico,bellissime le foto ,bella la porta con se non sbaglio maiolica arabeggiante,bisogna che mi decida a conoscere la spagna, conosco solo maiorca e minorca che di spagna non ha molto, x posso dire che mi sono abbuffata pranzo colazione e cena di paiella, pesce e sangria ..... buona giornata

Alberto ha detto...

Una consolazione la pasta a Sevilla.. specialmente per italiani che a pochi metri dal Calle Feria hanno aperto una gelateria (Freskura, calle Vulcano) e che al Mercado ci vanno a comprare la frutta per fare i gelati!?!

Alberto ha detto...

a proposito: www.freskura.com

;-)