venerdì 11 gennaio 2008

LA CUOCA ITAGNOLA DA' IL VIA ALLE RICETTE INGRASSANTI!

Eccomi, cari amici blogger.
nell'attesa di creare un vero e proprio link (sto imparando...sono un po' imbranata per queste cose tecniche) dove archiviare le vostre e le mie RICETTE INGRASSANTI che, come hanno detto Luana e Letizia mettono di buon umore, potete cominciare a lasciarle qui come "commenti": sei invitata a farlo subito "Fiordisale".

D'altronde fra pochi giorni comincia ufficialmente il Carnevale e allora... A voglia, ricette grasse!

Ma non finisce qui: ho pensato che ogni settimana, la domenica, quando nella mia rubrica radiofonica c'è lo spazio della "buona ricetta", leggerò quella delle vostre più invogliatamente ingrassante.
E non finisce qui ancora: poi, la migliore di tutte, secondo voi e io, verrà anche "cucinata" dal proprio autore che sarà chiamato telefonicamente nel mio programma.

Ho anche adottato una sorta di "santo laico protettore" di questa rubrichetta: Fernando Botero, l'artista colombiano che "ingrassa" delicatamente i suoi personaggi!

I suoli dipinti e le sue sculture, ci accompagneranno.

Ecco il primo: dedicato a tutti voi dalla cuoca itagnola di Siviglia. E olé!!! .

Domani vi darò la mia prima ricetta ingrassante: ora devo preparami la puntata di domattina per "Che bolle in pentola?"

Grassi bacioni a tutti!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Orzo E Fagioli Alla Maniera Triestina
Luogo origine Friuli. Trieste.

Ingredienti
250 G Fagioli Borlotti Secchi
250 G Orzo Perlato
100 G Lardo
50 G Chicchi Di Mais
2 Salsicce
3 Patate
1 Spicchio Aglio
Sale
Pepe
Prezzemolo


Preparazione
Tenere a bagno separatamente per 12ore fagioli, orzo e mais. Scolarli e metterli in una pentola di coccio con lardo battuto, prezzemolo, 1 spicchio d'aglio. Coprire con 300 cl d'acqua e cuocere a fuoco lento. Dopo 90 minuti unire le patate a dadini, le salsicce sminuzzate, sale e cuocere per altri 90 minuti. Pepare e far riposare.

im Friuli Venezia Giulia usano mettere spesso nelle minestre parti del maiale,cotenna,ossi di prosciutto,pancetta...così oltre ad essere più gustose diventano anche grasse e aiutano a superare meglio il freddo invernale...Ciao Luana

la cuoca itagnola ha detto...

Grazie, cara Luana: questa è certamente una "ricetta carnascialescamente ingrassante"!
un bacione

Anonimo ha detto...

Per "par condicio"metto una ricetta della mia terra natale...il Veneto!!!

Pinza onta

Ingredienti:

1 kg di farina bianca
300 gr di ciccioli di maiale freschi
3 cucchiai di strutto
olio extravergine d’oliva
acqua
lievito
sale

Preparazione:

Fate sciogliere a fuoco lento, in un pentolino, lo strutto. Con dell’acqua calda impastate la farina bianca, unite il lievito, un po’ di sale, lo strutto sciolto e i ciccioli di maiale. Su un piano di lavoro lavorate per bene tutti gli ingredienti per almeno 10 minuti. Con un mattarello spianate la pasta, fino ad ottenere uno spessore di circa 3 centimetri. Coprite la pasta con uno strofinaccio da cucina e lasciate riposare per un paio d’ore. Passato questo tempo accendete il forno e fatelo riscaldare a 180°. Ungete con olio d’oliva e cospargete con la farina la piastra, dopo di che stendete sopra la pasta, una volta sistemata con l’aiuto di un coltello seghettato tagliate la pasta a quadrati. Sistemate la piastra in forno e fate cuocere fino a quando la pinza non avrà assunto un colore dorato. Sfornatela riavvolgetela per qualche minuto nello strofinaccio da cucina in modo che prenda bene il sapore, e servite. La pinza onta così ottenuta può essere servita come antipasto accompagnata a del salame o a della sopprèssa, oppure si può servire come sostituto del pane.

a domani...ciao Luana

fiordisale ha detto...

mia cara, penso che il link al mio blog sia sufficiente per far ingrassare entrambe!
fiordisale

La cuoca itagnola ha detto...

Hai ragione, Fiordisale, ma già ho detto che sto imparando queste diavolerie telematiche e ancora non sono brava come te e altri blogger; il caro amico Francesco Maria Vercillo mi ha promesso un corso accelerato... Inoltre mi sono beccata un raffreddorone terribile e mi sento a terra...

mamma3 ha detto...

Ciao. adoro questa idea delle ricette ingrassanti..sono anche io un pò stufa di tutti questi buoni propositi di inizio anno sul cucinare sano, magro, vitaminico etc..alla fine si ritorna tutti sui piatti più goduriosi per il palato e per l'anima! Attendo notizie, Elga
http://semidipapavero.splinder.com

lacuoca itagnola ha detto...

Ciao, mama3 (hai tre figli?), spero di finalmente dare il via definitivo alle "ricette ingrassanti" questa fine di settimana. Saro felice di averti fra noi. Ho dato una occhiatina al tuo blog e la tua crostata (le amo)mi ha fatto venire l'acquolina in bocca!
marina

marcella candido cianchetti ha detto...

w la pappa! certo dopo borbotto x ho un pò di pancetta... ma a napoli dicono dove cè gusto non cè perdenza!